Punta in Alto: comprale un castello

“Yeah”, l’anti-metodo di seduzione written by Giuseppe Signorin

Dille che vivrà in un castello. Punta in Alto. Non una misera villetta hollywoodiana o uno sciupato loft neworkese. Punta più in Alto. Un castello. Medioevo puro. Non importa se al momento condividete un mini appartamentino e faticate ad arrivare a fine mese, ripetile di continuo che la sua vera dimora, un giorno, sarà un castello.

Raccontale, con minuzia di particolari, come vivevano le principesse nei castelli (se non lo sai, guarda su Google).
Cantale ogni tanto Oh che bel castello, la filastrocca per bambini. «Oh che bel castello marcondirondirondello, oh che bel castello marcondirondirondà», anche se non hai la più pallida idea, come me, di chi sia o cosa significhi «marcondirondirondello». Farai un figurone.
Lei non ci capirà più niente. Si sentirà una bambina che vuole diventare una principessa.
Fidati del tuo maestro.

Un po’ alla volta, però, falle capire che non si tratta del solito castello. Non subito. Con il tempo.
Alza sempre più il tiro. Parlale della vita spirituale, di quanto l’essenziale sia invisibile agli occhi, citando Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry. Quello funziona sempre.

Un giorno organizzale una sorpresa. Dille che stai per mostrarle il castello.
Portala fuori a cena. Come se fosse un anello di fidanzamento, a un certo punto regalale Il castello interiore, il capolavoro mistico di santa Teresa d’Avila (magari un’edizione nuova, decente, non usata). Spiegale che grazie a quel libro visiterà stanze meravigliose… Che la monaca spagnola, fondatrice dei Carmelitani Scalzi insieme a Giovanni della Croce, ha scritto un itinerario per entrare dentro di sé e trovare Dio al proprio interno, in un castello paradisiaco fatto di cristallo a cui si può accedere tramite la preghiera… (se non ti ricordi queste info, vai un attimo in bagno e guarda su Google).

Ripetile spesso, la sera stessa, che è bellissima. Che non l’hai mai vista così bella.
Attendi con pazienza le reazioni. Stai pronto a tutto.
Se non vorrà tornare a casa prima del dolce, con pochi euro te la sarai cavata e avrai grosse possibilità di ritrovarti nel giro di qualche settimana una moglie santa. L’unico vero modo di conquistarla per sempre.
Fidati del tuo maestro.

Yeah.

PS: stai bene attento a non sbagliare libro, quando lo compri. Non si chiama solo Il castello, ma Il castello interiore, altrimenti rischi di portarti a casa l’ultimo romanzo, postumo e incompiuto, di Franz Kafka. Opera d’arte indiscutibile, ma il protagonista, K., nel castello di cui si parla, non è mai riuscito a entrare. Ecco, non farle leggere per sbaglio quello, altrimenti la mandi in paranoia e gli esseri umani XX non ne hanno bisogno.

Posted In:

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...