Condividiamo il post uscito sul sito di Berica Editrice, emozionatissimi per questa prima avventura editoriale scritta insieme¬†ūüėéūüėćūüí™ūüôŹ

L‚Äôultima uscita della collana ‚ÄúUOMOVIVO ‚Äď umorismo, vita di coppia, Dio‚ÄĚ, di Berica Editrice, si chiama Mienmiuaif Cake. Il libro che non ti insegna a cucinare ed √® la prima produzione letteraria scritta in coppia da Anita Baldisserotto e Giuseppe Signorin, la marito-moglie band dal nome impronunciabile ‚ÄúMienmiuaif‚ÄĚ, una storpiatura dell‚Äôinglese ‚ÄúMe and my wife‚ÄĚ.

Il libro anticipa il disco omonimo che uscir√† a distanza di pochi mesi e raccoglie una serie di testi relativi agli argomenti pi√Ļ cari al duo: la conversione e la religione cattolica in generale, la musica, l‚Äôarte, l‚Äôumorismo, il matrimonio.

Giocando con la metafora vita/torta, gli autori sostengono che è pieno di libri di ricette che vogliono insegnare a cucinare (e quindi a vivere), ma nessuno usa l’Ingrediente principale: Dio. Mienmiuaif Cake è invece un libro-torta che non vuole insegnare alcuna ricetta, ma mostrare l’esperienza concreta di come l’Ingrediente principale, una volta inserito nella propria vita, sia in grado di cambiarla radicalmente. E in meglio.

‚Äú√ą un prezioso condensato di estetica – cio√® la teoria dell’arte -, filosofia, teologia, umorismo, e soprattutto fede. √ą una specie di mappa per collocarsi nel mondo, c’√® dentro tutto, c’√® il senso della sofferenza e Netflix e i gatti, i libri e la musica, la Panda e la cheesecake, c’√® Alfie e un matrimonio salvato da un’aspirina, le pentole bruciate nascoste e la Messa con le vecchiette, ci sono tecniche di preghiera da combattimento e cotolette e Radio Maria e Radio Deejay, c’√® uno che non parla inglese e quasi finisce per confessarsi da un sacerdote americano, e non porta i meggins perch√© guida la Panda, c’√® una che ha una voce d’angelo e fa morire dal ridere e piange molto. Ed √® anche una storia bellissima, una storia d’amore, quindi le femmine dovrebbero assolutamente comprarlo tutte, se non altro per quel meraviglioso capitolo‚ÄĚ.

dalla prefazione di Costanza Miriano

 

“Mienmiuaif Cake. Il libro che non ti insegna a cucinare”¬†√® disponibile in formato cartaceo e ebook su Amazon, nel sito di Berica Editrice e nelle principali librerie digitali

“Pompelmo Rosa Stories” di Giuseppe Signorin

Il fico di Pompelmo Fico sta portando la nipote, Pompelmo Oliva, a casa. Il pap√† di Pompelmo Oliva (il fratello di Pompelmo Rosa, l’Uomo che non si ricorda mai dove ha parcheggiato) non si ricorda¬†dove ha parcheggiato¬†e allora ha chiesto a¬†Pompelmo Fico se per favore andava¬†a prendere a¬†scuola Pompelmo Oliva.

Un rosarietto colorato attorcigliato allo specchietto della Pompelmo Macchina fa da retina (tipo quelle da ping pong – nota del narratore: il ping pong √® lo sport che, se non fosse gi√† un campione di footgolf, Pompelmo Fico praticherebbe alla grande – fine nota del narratore), mentre sotto¬†passa uno¬†scambio di battute¬†surreale tra il fico di Pompelmo Fico¬†e la nipote¬†Pompelmo Oliva, una di quelle adolescenti di oggi che pur conoscendo l’inglese ascoltano ancora John Lennon.

Pompelmo Oliva: “Zio, tu sei uno di quelli che vogliono imporre la verit√†”

Il fico di Pompelmo Fico: “Io? Tu piuttosto!”

Pompelmo Oliva: “Io?¬†Non esiste nessuna¬†verit√†. Ognuno deve essere libero”

Il fico di Pompelmo Fico: “Vedi che mi vuoi imporre la verit√†?”

Pompelmo Oliva: “No, io non impongo niente a nessuno. Non c’√®¬†nessuna verit√† da imporre, ognuno pu√≤ pensare quello che vuole”

Il fico di Pompelmo Fico: “Infatti sei libera di pensare quello che credi, anche se sbagliato”

Pompelmo Oliva: “Vedi? C’ha ragione John Lennon, meglio un mondo senza religioni”

Il fico di Pompelmo Fico: “John Lennon √® una religione. Una religione nichilista scambiata per rivoluzione”

Pompelmo Oliva: “No, John Lennon ci voleva¬†liberare dalle religioni. Quante guerre sono successe a causa delle religioni, zio???”

Il fico di Pompelmo Fico: “Pochissime. Le guerre per motivi religiosi¬†sono una percentuale minima¬†nelle guerre totali. Uno dei secoli pi√Ļ devastati √® stato il 900, il secolo del progresso, il secolo che ha dichiarato la morte di¬†Dio. E poi mica sono tutte uguali le religioni!”

Pompelmo Oliva: “Valla a raccontare a qualcun altro. L’ho studiata la storia: tutte uguali le religioni. E¬†i martiri? Come si pu√≤ uccidere¬†per Dio???”

Il fico di Pompelmo Fico: “Ma guarda che i¬†martiri cristiani vengono uccisi, mica uccidono! Sono l’esatto contrario!”

Pompelmo Oliva: “Basta, zio, tu sei di parte. E poi siamo arrivati. Buon pranzo”

Il fico di Pompelmo Fico: “Buon pranzo”

Allontanandosi, il fico di Pompelmo Fico esplode imbrattando la Pompelmo Macchina¬†con la sua densissima e zuccherosissima polpa rossiccia. Non tanto per lo scambio di battute surreale con la nipote Pompelmo Oliva, quanto per¬†la brillante idea di avere acceso¬†la radio, subito dopo, e tadan aver sentito¬†le prime note di “Imagine” di John Lennon (si fosse chiamato John Lemon, forse gli sarebbe piaciuto di pi√Ļ, sia a lui che a Pompelmo Rosa – nota del narratore: la famiglia dei Pompelmi porta anche il nome latino di Citrus x paradisi, “limone per il paradiso”; quel pacifista di John Lennon invece immaginava un mondo senza paradiso, era privo di ogni¬†scrupolo per i¬†citrus come Pompelmo Fico e Pompelmo Rosa – fine nota del narratore), dicevamo, “Imagine” di John Lennon che continuano a mandare in onda in commemorazione delle vittime di un recente attentato a Parigi, e non ha resistito.