Piuma. Il miracolo di una bambina di pochi grammi

Può l’Amore essere così piccolo da stare in una mano? Ce lo spiega l’autrice dell’ultimo libro della collana UOMOVIVO, Emanuela Roman, insegnante nelle scuole della provincia di Pavia che in Piuma. Il miracolo di una bambina di pochi grammi racconta alla sua bambina come la sua venuta al mondo abbia scatenato una rivoluzione nella vita dei suoi genitori.

Chi è “Piuma”?

È mia figlia Beatrice, alla quale racconto nel libro la storia della sua nascita, ma “piume” sono tutti quei bambini, il 10% ogni anno, che vengono alla luce prematuramente con un basso peso alla nascita. Dei piccoli guerrieri che lottano per la vita dal primo respiro, mostrando risorse e forze sconosciute e inspiegabili per creature così minuscole.

Quando è nato il desiderio di raccontare questa storia?

Nel momento in cui mi sono accorta che avendo sepolto nel cuore la tristezza e il dolore vissuti in quel periodo, non ero libera di godere appieno delle cose belle che mi accadevano. Volevo ripercorrere quell’evento, aprire la porta dell’anima e lasciare uscire la tristezza per permettere alla gioia di entrare. In un secondo momento ho preso consapevolezza che quello che stavo scrivendo in realtà poteva essere di aiuto per molte donne che hanno vissuto o vivono la mia stessa realtà.

“Per molti io vi sto consegnando un caso, per altri vi sto dando tra le mani un miracolo: scegliete voi cosa volete portarvi a casa”. Questo è quello che vi ha detto il neonatologo al rientro dall’ospedale…

Non abbiamo avuto dubbi: Beatrice è un vero miracolo. Le condizioni cliniche alla nascita erano gravi, come possono essere quelle di un neonato alla 26esima settimana di gestazione lungo 32 centimetri per 895 grammi di peso, ma stabili. Il percorso di follow up (controlli periodici a cui ha dovuto sottoporsi per anni) non è stato semplice, a ogni occasione la preoccupazione che emergesse qualche anomalia era sempre moltissima. Sono pienamente consapevole di essere stata scelta, indegnamente, per essere la madre di un prodigio di Dio. Ho il privilegio di essere accanto ad un miracolo vivente ogni giorno.

A chi è rivolto principalmente il libro?

Mi piace pensare che sia un libro scritto da una donna per le donne. Mogli, madri, figlie, nonne… chiunque abbia vissuto o stia vivendo l’esperienza della prematurità, affinché non si senta sola, come mi sono sentita io, nell’affrontare questa grande prova; è un libro scritto per donne che amano le storie con un messaggio di speranza. Un libro che non esclude gli uomini e i padri, spesso personaggi di second’ordine in queste vicende, ma veri protagonisti ai quali deve andare gratitudine e attenzione.

Come la fede vi ha aiutati e vi sta aiutando?

Siamo una famiglia cristiana, cattolica, credente e praticante, la fede è sicuramente il nostro punto fermo. La preghiera e la devozione, in particolare a Gesù e alla Madonna, ma anche ad alcuni santi, in coppia e comunitaria (la nascita di Beatrice infatti ha scatenato una catena di preghiera ininterrotta che ci ha enormemente stupito), ci hanno permesso di guardare con occhi colmi di gratitudine quello che per molti poteva sembrare una disgrazia e per noi è stato ed è tutt’ora il dono più grande che Dio potesse mandarci. La fede è sicuramente anche il motore che ci ha spinti a non chiuderci alla vita nonostante l’esperienza traumatica di Bea, ma a trovare il coraggio di non precluderci una nuova genitorialità consapevole e il dono di un fratello per nostra figlia.

In questo periodo si parla tanto di medici e ospedali, per via del coronavirus. Medici e ospedali che, nel bene e nel male, sono anche personaggi importanti in “Piuma”.

Ci siamo sempre fidati della medicina e provvidenzialmente abbiamo incontrato professionisti molto capaci e umani che ci hanno accompagnato nel percorso. Siamo convinti che la medicina, supportata dalla preghiera, abbia una potenza straordinaria e lo abbiamo sperimentato con mano. In qualsiasi ambito e circostanza della vita è possibile incappare in ambienti non del tutto positivi, l’importante è fare discernimento e non venire mai meno ai propri valori.

Potete trovare il libro in formato cartaceo e digitale nel sito di Berica Editrice a questo link e nei principali store digitali (su Amazon ci sono al momento dei problemi tecnici e la versione cartacea non è data disponibile, mentre quella digitale sì; speriamo si risolva in fretta. Nel sito di Berica sono acquistabili entrambe)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...