Devozioni popolari per diventare piccoli e combattere la spocchia

Lettere a una moglie 2 di Giuseppe Signorin

Grazie a Dio esistono le devozioni popolari, amore mio. Nessun antidoto è più efficace contro la spocchia. Fatima, Medjugorje, Radio Maria, Padre Pio (fra quelle che abbiamo cantato, inclusa l’ultima sul santo di Pietrelcina. Ci metto pure Radio Maria perché sì, Radio Maria è un’istituzione, una bomba nucleare di devozioni popolari). Chi non prende per i fondelli questi fenomeni? Quando mi sentivo più intelligente e quindi non potevo credere in Dio, tanto meno alla versione cattolica, ritenevo più sensata la possibilità di reincarnarsi in un topo canguro (basta topi! Ora c’è Nuvola…) piuttosto che la Madonna apparisse a qualcuno o a un frate meridionale venissero le stimmate. Quelle erano cose per cretini. E quindi per cristiani. Non tutti i cristiani. I più cretini fra i cristiani. I “madonnari”, i devoti. Eppure: «Se due di voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà», assicura Gesù nel Vangelo di Matteo. Cosa c’è di meglio allora che accordarsi con un santo? La Mamma, in primis. Soprattutto «nell’ora della nostra morte», la nascita al Cielo: la Mamma, infatti, essendo mamma, non è la più indicata a partorirci nella vita eterna? (Tutti concetti che ho rubato da geni del calibro di Messori, Guitton, de Montfort e poi mixato a modo mio. Quindi un po’ male. Ma tu mi ami lo stesso. Yo). Quando ero un radical chic pieno di spocchia, non prendevo neppure in considerazione l’ipotesi che certe cose potessero essere vere. Le masse in pellegrinaggio a Medjugorje erano semplicemente un fiume di idioti. Ora sono fra quegli idioti che pregano il Rosario, fanno novene, processioni, pellegrinaggi, venerano i santi. Meraviglioso, oltre a essere una ghiottissima chance di umiltà per un superbo come il punk di tuo marito: infatti non ti ridono dietro solo i radical chic atei, anche quelli cristiani. È pieno di radical chic cristiani, lo sono anch’io un giorno sì e uno no. Cristiani pieni di spocchia, che hanno capito tutto loro. Le devozioni aiutano tantissimo a diventare piccoli e combattere la spocchia. Nutrono il cuore. Santini, reliquie, bottigliette di acqua santa, medagliette miracolose. Nulla di più kitsch e nulla di più catartico per uno che c’ha la barba da hipster come tuo marito. Viva le devozioni popolari. Viva padre Pio. Padre Pio è il vero radicale, l’arma più temibile per i radical chic di tutto il pianeta. Che Dio ci faccia proseguire su questa strada, innanzitutto utile a noi due, per liberarci dalla spocchia e dai radical chic che ci portiamo dentro. Ti amo.

 

Se ti è piaciuta la lettera, vuoi aiutare i Mienmiuaif (Mia moglie ed io) e sei interessato al “prequel”: Lettere a una moglie 😎

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...