Pianto e stridore di denti #5 – Audaci come i denti

di Giovanni Biolo

Sapete come crescono i denti? Prima si forma la corona, la parte visibile, e successivamente matura la radice. Quando un dente appare in bocca, la sua radice è appena abbozzata e impiegherà ancora due o tre anni prima di formarsi del tutto. Ma nonostante la radice sia ancora immatura, il dente erompe in bocca e inizia a masticare.

I denti, magari, preferirebbero restare al sicuro, circondati dalla gengiva, piuttosto che uscire allo scoperto e avere a che fare con carie e torroni… invece non aspettano di possedere tutte le certezze, tutte le capacità e tutte le sicurezze. Arrivati a un certo punto, equipaggiati dello smalto che li difende, prendono la rincorsa e si lanciano nel vuoto della cavità orale.

I denti sono audaci, l’argomento dento-teologico di oggi!

Cosa vuol dire essere audaci? Essere audaci non significa essere degli sprovveduti o degli impru-denti, andare sempre avanti a testa bassa senza riflettere… si rischia di sbattere contro un muro. Bisogna prepararsi al meglio delle proprie capacità, riflettere a mente fredda, prendere una decisione… ma poi via! Un bel salto coraggioso nel vuoto!

Come dice Papa Francesco noi cattolici siamo navi fatte per il mare aperto, non per restare al sicuro attraccate al porto. Certo, potranno esserci tempeste, venti contrari e magari qualche vela verrà strappata, ma una nave è nata per navigare!

Prendi il largo!

Non aspettare di avere le skills di Messi per iniziare a dare calci al pallone! Non aspettare la pensione per iniziare quel progetto che ti sta a cuore! Non aspettare 30 anni di fidanzamento per sposarti!

“Ma mi mancano i mezzi…”

“Non aspettare di avere tutte le certezze, non le avrai mai… le persone hanno bisogno di te oggi, adesso!”

“Ma ho paura!”

“Paura? La paura è tipica di quelli che sanno di agire male, tu mai”

E ricordati che alle difficoltà si passa sopra, o sotto, o di fianco… ma si passa!

Nelle nostre imprese avventurose è un dovere considerare i mezzi umani (vedi capitolo 4), 2+2=4, ma soprattutto non dimenticare mai che devi contare su un altro fortunato addendo… Dio+2+2=… e che grande risultato ne viene fuori!

Rettitudine di cuore e buona volontà, queste con lo sguardo sempre fisso sul Signore faranno avverare i tuoi sogni più audaci.

Il moLare della storia è questo: per festeggiare la rimozione dell’apparecchio ai denti, prenota un lancio con il paracadute. Allenati e preparati a dovere. E quando avrai paura davanti al portellone aperto sul vuoto, chiudi gli occhi, fai un bel sorriso e lanciati!

Posted In:

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...