Con Silvia a Medjugorje dududu

“Donne dududu” di Anita Baldisserotto

Mie care donne dududu!

Come avrete visto dal videoclip della nostra nuova canzone “Medjugorje” (qui il link https://goo.gl/A9T6YS) sono stata allo splendido Festival dei Giovani con mio marito Giuseppe e tanti amici. È stato una bomba!

Scoppio di gioia se penso a come ho visto operare la Madonna sui cuori di tanti, sul mio, dandoci chili di bellezza e provvidenza proprio come una mamma sa fare! Sì, dico provvidenza, e ora vi racconto perché…

Il giorno prima della partenza per il pellegrinaggio un ragazzo di nome Marco ha chiesto di aggiungersi: c’era posto in pullman ma non in hotel, lui da solo ha trovato alloggio ed è partito con noi la mattina seguente. Alla sera siamo arrivati in Bosnia-Erzegovina dopo un viaggio lungo ma che già ci aveva fatto gustare la gioia di Maria, e Marco se n’è andato con le valigie verso il suo albergo, con l’intenzione di ritrovarci insieme il giorno dopo sul retro della chiesa di Medjugorje, dove ogni anno si svolgono gli appuntamenti del Festival. La gente era numerosissima, decine di migliaia, il caldo ci avvolgeva e con la traduzione simultanea nelle orecchie ci siamo messi ad ascoltare testimonianze e catechesi stupende. A un certo punto ho visto arrivare Marco con una ragazza, si stavano avvicinando… ed ecco Silvia! Silvia Buso, credo che molti di voi la conoscano… per “Dioincidenza” entrambi alloggiavano nello stesso hotel e lui già la conosceva!

Avevo visto Silvia per la prima volta nel film “Terra di Maria” di Juan Manuel Cotelo – se non lo avete ancora fatto vi prego guardatelo! (qui il trailer https://goo.gl/nfwVyH) -, poi una seconda volta a Padova al concerto dei Reale (Christian Rock Band che vi consiglio di ascoltare… per caso volete un link? 🙂 https://goo.gl/wFLzik). Da fisionomista quale sono l’avevo riconosciuta in fretta e d’impulso le avevo detto: “Posso abbracciarti?”, e taac già la stavo abbracciando! Che figura, lei gentile mi aveva sorriso ma in quel momento mi ero resa conto di aver fatto un passo oltre e così non ero riuscita a dire praticamente nient’altro! Lei era andata a sedersi più avanti con degli amici, ma durante il concerto il mio occhio di tanto in tanto la seguiva… a un certo momento l’ho vista alzarsi e saltare a ritmo… la commozione è stata forte!

Ora vi dico perché: Silvia è stata guarita miracolosamente a Medjugorje da una paraplegia che le è comparsa improvvisamente all’età di 16 anni. Sì, lei è passata dal non muovere le gambe ad alzarsi in piedi grazie alla Madonna!

Silvia si trovava infatti sul monte Podbrdo a Medjugorje, aveva assistito a un’apparizione, a un certo punto aveva visto una luce intensa, ma che non la abbagliava, brillare di fronte a lei. Terminata l’apparizione, nel momento di scendere, alcuni uomini l’avevano presa in braccio ma lei era caduta battendo la testa. Invece delle pietre appuntite incastonate sul monte, Silvia aveva sentito un materasso morbidissimo… e dopo qualche istante aveva visto una mano di fronte a lei che la invitava ad alzarsi. L’aveva afferrata e si era messa in piedi! Bacino e gambe erano in forza e le lacrime erano scoppiate in lei e anche in suo padre (la madre era rimasta a casa, a Padova; i posti disponibili nel pellegrinaggio erano due e lei, già salda nella fede, aveva lasciato il posto al marito di modo che Dio potesse lavorare il suo cuore…)!

Ecco perché vederla ballare al concerto mi aveva commosso tanto dududu!

Le lacrime sono fioccate abbondanti anche sentendo questo fatto nel film e poi di persona da Silvia, che ha dato testimonianza al nostro gruppo proprio durante l’ultimo pellegrinaggio al Festival dei Giovani! È stata una dolcezza.

Silvia mi ha regalato un’ulteriore prova tangibile e bellissima che la Madonna c’è, opera, guarisce, intercede e ci ama! Io sono figlia di una Mamma così!

L’abbraccio che avevo dato a Silvia in modo improvviso era nato per via di questo istintivo pensiero: se la Madonna aveva toccato Silvia in modo così concreto, io toccando lei in qualche modo entravo in contatto con la Madonna! Sì, ok, forse pensate che esagero, che mi immedesimo troppo nell’emorroissa che tocca il mantello di Gesù… ma l’entusiasmo è stato tanto, Silvia aveva un volto così raggiante che mi è stata subito simpatica. E poi è veneta, di corporatura alta come me, anzi di più, abbiamo parlato e ho sentito subito che lei è tutta orientata al Cielo.

Silvia cammina con Maria, grazie a Maria e per Maria! E io? Ci provo anch’io! E i miei preziosissimi amici? Anche! E voi??

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...