Anti-regola aurea: falla arrabbiare

“Yeah. Anti-metodo per sedurre la propria femmina dopo averla sposata” di Giuseppe Signorin

Stai per leggere l’anti-regola aurea di questo anti-metodo. Siediti comodo. Sarai già seduto comodo. Sei infatti un marito, o aspirante tale. Insomma, rimani lì dove sei. Non ti preoccupare. Non dovrai fare nulla di nuovo.

Falla arrabbiare. Esatto. Avevi già letto il titolo? Come sei perspicace… E allora perché ti chiedi che senso ha farla arrabbiare? Torna tra voi comuni mortali e stammi ad ascoltare. Farla arrabbiare è l’anti-regola aurea per i seduttori seriali di una stessa donna. Ti sei mai accorto che lei adora fare la pace? In quei momenti si scioglie… Ma come fate a fare la pace se prima non la fai arrabbiare? Svelato l’arcano, piccolo genio apprendista playboy domestico.

Non ti agitare. Questa anti-regola aurea di seduzione non ti richiederà alcuno sforzo extra. È infatti dogmaticamente impossibile, per un marito, non fare arrabbiare la propria moglie. Ecco la buona notizia. Anche comportandoti al meglio delle tue possibilità, comunque la farai arrabbiare. Non è meraviglioso? Dille pure “sei bellissima” quante volte al giorno puoi. La farai arrabbiare lo stesso. Il vostro amore eterno, grazie a questa astuzia del Creatore, è in cassaforte.

Capire questo ti permetterà di compiere un micro passetto avanti nel lunghissimo percorso che ti separa dal livello supremo del tuo maestro di seduzione. Non capire questo non cambierà poi molto: in ogni caso farai arrabbiare tua moglie, perché è lei la protagonista di queste arrabbiature. Tu sei solo un misero pretesto. Puoi fare qualsiasi cosa, lei se la prenderà. Le mogli se la prendono per tutto. È più forte di loro. Stai tranquillo.

È un po’ come per il peccato: in quanto peccatore – essere umano ferito, caduto, dopo la genialata dei nostri progenitori – non puoi non peccare. Puoi limitare i danni, certo, ma non puoi non peccare. Rendersene conto però fa la differenza. Aiuta a essere umili. Come il tuo maestro. Torniamo all’analogia. Come per il peccato, così anche per le arrabbiature di tua moglie: non puoi evitarle. Ma puoi sapere che sono inevitabili e utilizzarle a tuo favore. In entrambi i casi, c’è di mezzo l’amore: del nostro Dio Onnipotente che ci perdona senza sosta con misericordia infinita e della nostra dolce metà che a furia di arrabbiarsi e fare pace con noi si innamorerà sempre di più…

Lo so. Sono tutte cose che sai fare benissimo da solo. L’inutilità di questo anti-metodo ti è ormai nota. È più che altro un gesto di solidarietà e misericordia da parte mia verso di te e tutti quelli che indossano un anello al dito di anno in anno più piccolo rispetto all'”incicciottamento” inesorabile dell’anulare. L’amore con gli anni aumenta e noi siamo sempre meno adeguati.

È bene avere accanto qualcuno che aiuti a ringalluzzirsi, di tanto in tanto. Sono qui per questo.

Chicchirichì?

Yeah.

 

 

Se ritenete che l’attività di cotanto seduttore vada sostenuta, acquistate il capolavoro epistolare “Lettere a una moglie. Ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”, ottimo anche per far volume in libreria o come regalo per chi non vi sta troppo simpatico. Lo trovate qui o qui.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...