Uccidi il ragno bianco e finirà nella tua rete per sempre

“Yeah. Anti-metodo per sedurre la propria femmina dopo averla sposata” di Giuseppe Signorin

Se la senti urlare nel cuore della notte, come se non ci fosse un domani, non finire impigliato immediatamente in un immaginario alla Psyco. Lascia perdere Hitchcock e fantasie simili. Non sono pazzi assassini o uccelli (citando un altro celebre film diretto dal maestro del brivido) quelli che devi temere. A dire il vero non devi temere proprio un bel niente. Nella Bibbia ricorre tante volte quanti sono i giorni dell’anno, l’invito a non avere fifa. E poi sei tu il maschio di casa – quando fa comodo a lei, ovviamente.

Se la senti urlare nel cuore della notte, come se non ci fosse un domani, trattasi al 99,9% di un più o meno minuscolo ragnetto. Magari bianco, semi-trasparente, quelli per cui ci vuole un binocolo o la vista da gatto per scorgerli, com’è accaduto dalle mie parti recentemente. Situazioni simili sono all’ordine del giorno per noi XY coniugati.

Certo, esistono anche altre insidie: qualche sera prima, mentre ce ne stavamo rilassati in giardino come mai era successo, lei si alza di scatto e urla: “eccolo, è lui”. E scappa in casa. Perché??? Non chiederti mai il perché. Il cane del vicino è un coccolone, c’ha fatto amicizia anche lei, ma ogni tanto, senza motivo, le prendono questi momenti. Dille che è bellissima.

Parlo di lei per parlare delle XX coniugate in generale, questo sia chiaro. Sì, ci sono eccezioni, ma il talento di schizzare in aria al minimo segnale di pericolo (spesso nemmeno quello) è comune a moltissime.

Tu rimani tranquillo.

Tornando ai ragnetti, ti svelo un piccolo segreto: quando te lo chiede, uccidili. E il vostro matrimonio sarà in discesa. Le mogli sono sessiste. La parità di genere non includerà mai l’omicidio dei poveri ragnetti. I ragnetti dovrai sempre assassinarli tu – a meno che non sei in viaggio per lavoro. Comunque ai nostri antenati preistorici andava peggio, consolati così.

Caso specifico: hai il terrore dei ragnetti? Nessun problema. Il Signore è con te nella battaglia. Rileggiti questi versetti tratti dal Salmo 91, quando ti prende il panico:

Egli darà ordine ai suoi angeli
di custodirti in tutti i tuoi passi.

Sulle loro mani ti porteranno
perché non inciampi nella pietra il tuo piede.

Camminerai su aspidi e vipere,
schiaccerai leoni e draghi.

Non saranno dei ragnetti a darti noia. Fidati del Signore.

Morale della realtà: uccidi i ragni tutte le volte che la tua XX te lo chiede (se non è in zona puoi anche lasciarli vivere), e finirà nella tua rete per sempre.

Intesi?

Yeah.

 

 

 

Se ritenete che l’attività di cotanto seduttore vada sostenuta, acquistate il capolavoro epistolare “Lettere a una moglie. Ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”, ottimo anche per far volume in libreria o come regalo per chi non vi sta troppo simpatico. Lo trovate qui o qui.

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...