Spalanca le ante della cucina e del cuore

“Yeah. Anti-metodo per sedurre la propria femmina dopo averla sposata” di Giuseppe Signorin

Le parole sono utili ma non sono tutto. Le mogli hanno bisogno di gesti che dimostrino l’amore che proviamo nei loro confronti. Anche e forse soprattutto in cucina.

Ci sono due modi per dimostrare il nostro amore per loro in cucina: 1. dando una mano, sia mettendosi ai fornelli che lavando i piatti e sistemando; 2. lasciando le ante spalancate. Io propendo per il secondo modo.

Può darsi che tu sappia cucinare particolarmente bene. Per carità, anche questo ha il suo fascino e può sortire un buon effetto, ma non sono qui a dirti cose che possono sortire un buon effetto e che puoi trovare in qualsiasi canale tv. Non perdo il mio tempo per dirti che prenderla per la gola è un ottimo modo di sedurla. Perdo il mio tempo per dirti che ci sono gesti capaci di lasciare il segno e gesti invece che sortiscono solo un buon effetto. Lasciare le ante della cucina spalancate lascia il segno.

Ovviamente dille che è bellissima, quando ti guarderà male perché per l’ennesima volta hai lasciato le ante spalancate, ma poi spiegale che non è una semplice dimenticanza, la tua. Spiegale che senza di lei non sei completo e ogni tua azione vuole essere un modo di dimostrarglielo. Che senza di lei neppure le ante della cucina sarebbero a posto. Che solo lei può completare le tue azioni. Che lei è la tua parte mancante.

Oppure giocati la carta “cuore”. Una volta una spiegazione, una volta l’altra. Sarebbe il top.

Le ante spalancate sono metafora del tuo cuore spalancato per lei. Niente scheletri negli armadietti della cucina, fra di voi.

Certo, spalancare le ante della cucina comporta dei rischi. Inizierà a dirti che uno dei due potrebbe sbatterci inavvertitamente contro. Perché, l’amore indissolubile che vi siete promessi che cos’è, una passeggiata?

Non cedere. Anche quando andrà su tutte le furie. Perché capiterà. Ma tu non cedere. Fidati. Se ti venisse in mente di chiuderle, o peggio ancora socchiuderle – gestaccio tiepido che fa venire biblicamente il vomito -, non farlo. Spalancale e basta. Lasciale spalancate.

Certo, munisciti di un buon assortimento di cerotti. Si sa mai.

Ok?

Yeah.

 

 

Se ritenete che l’attività di cotanto seduttore vada sostenuta, acquistate il capolavoro epistolare “Lettere a una moglie. Ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”, ottimo anche per far volume in libreria o come regalo per chi non vi sta troppo simpatico. Lo trovate qui o qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: