Via Sarta Maria

“Donne dududu” di Anita Baldisserotto

Passando in macchina lungo la salita che va dal centro di Arzignano alla Rocca di Castello (dove viviamo, in provincia di Vicenza) ho letto varie volte “via Sarta Maria”, rimanendo stupita: com’è bella l’accezione della Madonna come sarta!

Lei in effetti è la sarta delle sarte.
Chi altro ha cucito gli abiti per la Persona più in vista di tutti i tempi di tutto il mondo e del mio cuore, proprio Gesù? (Subitissimo lì accanto c’è il mio amatissimo marito, lo vedo, ma innanzitutto c’è Dio che mi dona l’amore per amare mio marito e fa lo stesso con lui).

Sì, perché gli abiti cuciti da Maria mica li ho visti, di certo li vedremo in paradiso (dove spero di arrivare e dove sono certa tutti vestano i suoi abiti) ma in ogni caso Lei, senza peccato originale, era ed è perfetta – anche nel cucire.

Un giorno faccio notare al marito la via Sarta Maria, lui non convinto guarda meglio e dice: “Anita è scritto via Santa Maria!”.
Aveva ragione: mie donne dududu, io sono sbadata… Ma poco conta!!!!

Volevo dirvi che ho preso Maria a modello e le chiedo anche di cucire con me, oltre al resto delle cose che faccio durante la giornata, ora più che mai!
È da qualche mese infatti che mi sto dedicando completamente al cucito, tanto da lasciare il lavoro che ho fatto per qualche anno in ufficio.
E ora ufficialmente faccio la moglie, la casalinga, la cantante dei Mienmiuaif e la sarta, lodando Dio per questo!!!

Ci ho pregato sopra tanto, con rosari e novene delle rose di Santa Teresa di Gesù Bambino. Anche a lei, Teresina, ho affidato in modo particolare questo progetto di cucito – che purtroppo non posso più chiamare Pompelmo Rosa (è già usato da altri mio malgrado) ma confidiamo e vediamo già i segni che questo progetto deve diventare qualcosa di più grande di quello che pensiamo.

Vi abbraccio mie care dududu!

Annunci

2 Comments

  1. Spesso la nostra mente vede intorno a noi quello che più vorremmo vedere o quello che più da vicino ci tocca. Si vede che ci tieni davvero tanto a questo progetto del cucito e questo si vede proprio nel fatto che tu abbia letto “sarta Marta” piuttosto che santa. Psicologicamente (e da laureata in psicologia posso dirlo) la risposta a questo curioso fenomeno sarebbe proprio questo: cercare una rassicurazione del tuo valore di donna,artista e artigiana. Ma la vita non è fatta solo di fatti psicologici,ma anche di “fatti di fede”. Quindi voglio credere che quella non sia solo una ” svista ” quanto un messaggio “più alto” Che ti dica “non mollare,la strada è quella giusta”. Forse sarà una stradina in salita,un pochino difficile, ma tu avanti cammina. Sono i piccoli passi quelli più importanti.

    Giada

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...