Se il romanziere erotico vuole proibire la pornografia

Questa storia della pornografia sta prendendo una piega imprevista (e impressionante): sembrava un vizietto da niente, di cui neanche vale la pena parlare, e invece ogni giorno qui viene fuori qualche psicologo, qualche sessuologa, a dire che le cose non stanno esattamente così. Cruciani alla radio dice che uno ha “diritto” di guardarsi un porno (con annessi e connessi…), ma negli stessi giorni Aleteia Italia gira le dichiarazioni di Pamela Anderson (!) che dice: «Per un rapporto sessuale soddisfacente ci vogliono intimità e fiducia, e il porno distrugge l’una e l’altra cosa».

Paolo VI diceva che il mondo di oggi ascolta i testimoni, non i maestri, e che se mai ascolta i maestri lo fa perché in loro vede anzitutto dei testimoni. Così giorno dopo giorno fioccano le Pamela Anderson che svelano l’altra faccia di una luna che pare generalmente una metafora poetica senza importanza, e che invece è un pugno di polvere e buio senza vita.

Continua a leggere l’interessantissimo articolo sulla pornografia nel blog di Giovanni Marcotullio, “Breviarium”.

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...