Occasione o tentazione?

“Meteo di coppia” di Daniele Chierico

Nel corso della nostra vita ci capita spesso di dover fare i conti con le scelte. Ogni volta che ci troviamo a un bivio dobbiamo scegliere che strada percorrere. A volte pensiamo che la scelta sia legata solamente a cose molto importanti, come nel film di Spiderman in cui il protagonista deve scegliere tra la vita della sua amata e quella di trenta bambini in un bus. Roba da supereroi? Certo noi essere umani siamo chiamati a essere supereroi nel quotidiano. Ci alziamo la mattina e dobbiamo scegliere tra la vita e la morte. Se dire alla nostra dolce metà che l’appuntamento serale è annullato, perché gli amici hanno organizzato una partita di calcetto che senza le nostre doti da fuoriclasse sarebbe irrimediabilmente compromessa… (e in quel caso decidere se criptare il codice della sua faccia che dice “provaci e poi sai cosa succede” o abbozzare un ingenuo sorriso che vorrebbe significare “amore non riesco proprio a decifrarti, ho bisogno di fare un’analisi di Fourier”), oppure, ahinoi, aspettare che la nostra dolce metà scelga il suo vestito per uscire, mentre lì fuori si gioca la finale di Champions.

Scelta: una parola, un’ossessione. E se dalle nostre scelte dipendesse veramente la nostra felicità? Se ci fossimo convinti di perseguire il bene e fosse tutta un’illusione? Se scartassimo quella che potrebbe essere un’occasione ripiegando su una facile tentazione?

L’Uomo non è ciò che è, ma è ciò che non è ancora: noi diventiamo ciò che desideriamo. L’animale è puro istinto, noi siamo cuore e ragione, per questo Pablo Neruda diceva: “è per nascere che siamo nati”.

Sì, l’Uomo è nato per nascere, per conoscere, fare esperienza, desiderare e soprattutto per sognare. L’altra notte il vostro Storm Chaser ha sognato un “incontro” di amore, una sensazione magica che non provava da molto tempo, una sensazione che le sofferenze passate avevano soffocato. Il Pascoli diceva che “i sogni sono il prolungamento infinito della realtà” ed è proprio in quell’infinito che separa la realtà dal sogno che noi scopriamo realmente chi siamo e quel che vogliamo.

Elevare i nostri sogni all’infinito, che è Dio, serve a purificarli in modo da comprendere se quella che si prospetta nel sogno è un’occasione o una tentazione…

Riporto a proposito cosa ne pensa il gesuita Silvano Fausti, in un libro che ha il medesimo titolo di quest’articolo: “Alle ideologie del secolo scorso, si sono succedute le sensologie di oggi. Quest’ultime operano uno sradicamento della soggettività e un’omologazione senza precedenti”. Il senso, che può essere vittima di illusioni e delusioni, viene prima della conoscenza (l’unica a dirci la verità sulle cose), per questo non è negativo in senso stretto. Tutto ciò che conosciamo, lo sentiamo prima. Se sentiamo tristezza, proviamo tristezza; se sentiamo paura, proviamo paura; se sentiamo gioia, proviamo gioia. Ma il senso può essere macchiato dall’interno e dall’esterno: “Internamente dal nostro delirio di illusioni e delusioni, e esternamente da suggestioni e schiavitù della massa”.

Per questo Sant’Ignazio ci consiglia di “tarare il nostro senso”. Ad esempio, nella fisica il senso può essere visto come lo strumento di misura che raccoglie i dati di un determinato esperimento; poi, attraverso leggi fisiche-matematiche, conosceremo i risultati. Se lo strumento di misura non è tarato o peggio ancora mal funzionante, ricaveremo dati erronei, che rielaborati, ci porteranno a risultati altrettanto sbagliati. Quindi se il nostro senso, con cui facciamo esperienza di tutte le cose che ci accadono nella vita, non è stato tarato, finiremo per discernere in modo erroneo. Come diceva un altro grande Santo del passato, Agostino d’Ippona: “Si ama solo ciò che si conosce e si conosce solo ciò che si ama. Non si può separare mente e cuore.” Da una parte resterebbe un intelletto malefico e dall’altra un amore stupido. Ambedue sono più dannosi che utili.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...