Cucito e indossato – ovvero sposala e muori per lei

“Pompelmo Rosa Stories” di Giuseppe Signorin

Ci sono giorni in cui magari si passa il tempo a fantasticare pur di non accettare la realtà per quello che è.

“Se fossi un documento PDF, o un’immagine JPEG, invece del solito Pompelmo Fico… Non soffrirei così…”, riflette esistenzialisticamente il fico di Pompelmo Fico, camminando su e giù per gli 80 mq di appartamento.

“Non le bastava gestire il Pompelmo Moda, no, adesso si è messa in testa di imparare a cucire, di farseli da sola, i vestiti… E a quanto pare si sta pure rivelando una specie di Mozart del settore. Ha realizzato solo un copri porta kleenex marroncino a pois bianchi e le amiche già le chiedono di mettere in vendita le sue creazioni… Come posso fermarla? So già dove vuole andare a parare…”

Pompelmo Fico sta cercando in tutti i modi di smorzare sul nascere i nuovi propositi di Pompelmo Rosa, incalzandola senza sosta con cinismi di un certo livello, del tipo: “Prima la pasta si scuoceva, adesso che sei diventata una sarta famosa si scuce?”

Ma i tentativi sembrano non sortire alcun effetto, anzi, Pompelmo Rosa è sempre più nella parte e ha iniziato a esprimersi come una guru del punto croce, con frasi apocalittiche che potrebbero suonare bene anche come metafore dei tempi: “Gli aghi di una volta sono molto più resistenti di quelli che fanno oggi”, e roba simile.

In casa Pompelmo è già monomania.

Ma il vero timore del fico di Pompelmo Fico non riguarda tanto la mogliettina, quanto se stesso: quando Pompelmo Rosa sarà in grado di confezionare abiti da uomo, o qualcosa del genere, riuscirà a rimanere il fico che è? Riuscirà a dirle di no? Quando le proporrà le nuove divise della sua squadra di footgolf, conoscendo i gusti di Pompelmo Rosa, avrà il coraggio di opporsi o in caso negativo di portarle all’attenzione dei suoi compagni di squadra?

A questi e altri interrogativi Pompelmo Fico non riesce a dare risposta. Inizia però a intuire una cosa: che il detto evangelico secondo cui il marito dovrebbe morire per la propria moglie, non è stato scritto dall’Apostolo delle Genti per allungare il testo sacro in mancanza di altro.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...