Napoleone e la misericordia

“Terra terra” di Matilde Dellai

Qualche giorno fa, come di consueto, decido di portare a spasso Napoleone, il mio adorato meticcio. Napoleone, da bravo mezzosangue Terrier, non ha un carattere molto docile, anzi è egocentrico, testardo e facilmente suscettibile. Insomma un vero e proprio nobile, quel nome gli calza a pennello. In ogni caso, durante la nostra tranquilla passeggiata, intravedo da lontano un noto personaggio del paese che spero sempre di non incontrare quando sono con il mio amico a quattro zampe: una donna sulla cinquantina con i suoi 4-5 cani sempre liberi di girare senza guinzaglio; ovviamente la incontro quasi ogni volta.

Per evitare che le nostre bestiole si azzuffino, mi sposto coscienziosamente sul lato opposto della strada ma improvvisamente sbuca da dietro un’auto parcheggiata il più grosso dei cani della signora, puntando dritto verso il mio. Con una mossa repentina afferro Napoleone, faccio dietro front e torno indietro, non prima però di aver gridato all’altra padrona un bel “DEFICIENTE!”.

A dire il vero dopo il fattaccio mi sono sentita un po’ in colpa, ma non ci ho dato troppo peso.
Quella stessa sera, però, mi sono recata in comunità, dove le mie orecchie hanno potuto ascoltare una lettura che faceva proprio al caso mio; il messaggio era chiaro: mai rispondere al male con il male.

Cari amici, il noto proverbio “occhio per occhio, dente per dente” non ha mai portato molto lontano, anche perché se tutti lo mettessimo in pratica il mondo sarebbe già caduto da un po’ all’insegna dell’autodistruzione. Perdonare e amare chi ci fa del male è un atto troppo grande per le singole capacità umane, ma non troppo grande se un aiuto ce lo dà il Signore…

Voglio ricordarvi un’ultima cosa a proposito di questo discorso: molto tempo fa, un Uomo si è umiliato, si è sacrificato e infine è morto inchiodato a una croce per noi poveri disgraziati; era odiato e disprezzato da tante persone, ma Gesù Cristo ha deciso comunque che valeva la pena morire con atroci sofferenze pur di perdonare tutti i mali operati dagli uomini su questa terra.

Detto questo, se Gesù era dotato di tanta misericordia nei nostri confronti, penso di potere anch’io perdonare quella donna, anche se probabilmente non capirà mai come portare in giro i suoi cani; prescrivo quindi a tutti voi, me compresa, una buone dose di misericordia ogni mattina prima di affrontare la giornata.

Un bacino :*

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...