L’albero della vita

“Terra terra” di Matilde Dellai

Buongiorno miei adorati.
Quest’oggi ho deciso di rendere più dinamica la lettura facendo un piccolo esperimento con voi: mentre leggete queste righe, provate a proiettare nella vostra mente l’immagine di un albero, uno qualsiasi, il primo che vi bazzica in testa. Che vedete? Credo che molti di voi, come me, abbiano subito pensato al classico albero dal grosso tronco, con tanti rami e un gran numero di foglie colorate.
Queste ultime, rosse, gialle o verdi che siano, stanno saldamente appese ai loro amati rami perché, come tutti sappiamo, senza di essi non avrebbero vita molto lunga.

La stessa immagine la possiamo trasferire nella nostra vita; il tronco dell’albero è rappresentato dal Santo Padre; i rami che da esso si proiettano e si immergono nella fitta nube verdastra sono associati a Cristo Suo figlio; e infine le foglie siamo noi essere umani, che senza il sostegno dei due amici appena citati cadrebbero subito a terra moribondi.
Se alle piccole foglie delicate balenasse infatti l’idea di staccarsi dai rami e provare da sole a danzare nel vento, avrebbero una brutta sorpresa; dopo poco cadrebbero adagiate sul manto erboso non potendo far altro che lasciarsi lentamente morire. La linfa che le sosteneva e le rigenerava ogni giorno, non potrà più scorrere nei loro tortuosi capillari.

Per fortuna però Dio non è un albero, dunque un essere terreno, e Lui non ci lascia di certo cadere nella morte. Dopotutto quale padre vedendo un figlio che invoca il suo aiuto rimarrebbe fermo a guardare senza muovere un dito per accorrergli in soccorso?
In ogni caso, noi bipedi testardi e duri come un granito, cerchiamo sempre di andare contro la corrente di salvezza che Dio ci spiattella davanti ogni giorno convintissimi che facendo di testa nostra avremo sicuramente risultati migliori e più concreti: ecco che quindi ci stacchiamo dai solidi rami di Cristo Gesù che ci sostengono, rifiutando così lo Spirito Santo che Dio vuol far scorrere nei nostri cuori.

Il consiglio che voglio quindi regalarvi oggi è proprio questo: sciogliete quel pezzo di marmo che avete al posto del cuore e siate umili ammettendo la vostra umanità, noi non siamo Dio e questo purtroppo è ciò che il mondo vuole farci credere, peccato che con questa convinzione spesso le cose non vadano a finire bene…

Sperate invece nel Signore, il nostro Santo Padre ci ama moltissimo e in quanto Suoi figli, se ci affidiamo a Lui, una cosa è certa: non ci lascerà mai cadere nella morte!

La vostra Geologa vi pensa, baci baci :*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: