Schiavitù d’Amore

“Meteo di coppia” di Daniele Chierico

Pensiamo all’Amore come sentimento, passione, attrazione, così come ce ne parlano le canzoni, i romanzi, i film. Tutte cose belle che ci portano gioia, ci fanno commuovere, ci fanno vedere il mondo rosa. Avete presente la pubblicità della Gazzetta dello Sport? “Tutto il rosa della vita…” Da cacciatore di tempeste, avrete capito, questo non fa per me. L’Amore che fa per me l’ho trovato nei Vangeli. Mi hanno aiutato a comprenderlo meglio santi come Giovanni Paolo II ed Edith Stein, “schiavi” per Amore. “Schiavi” per Amore???

Ok, ora potreste prendermi per pazzo e smettere di leggere. Così fanno gli Storm Chaser dilettanti davanti a una tempesta più violenta: scappano. Oppure potreste andare avanti per cercare di capire dove voglio andare a parare. Così fanno gli Storm Chaser più esperti e coraggiosi.

Se avete scelto la seconda opzione, state per scoprire il segreto degli Storm Chaser più esperti: la “schiavitù d’Amore”. Cosa vi fa pensare? Tutte cose brutte, forse, che magari non assocereste mai all’Amore. E invece è qui che vi sbagliate: l’amore come dono totale di sé, dono gratuito e incondizionato, è l’unico Amore che l’Uomo deve conoscere. Gli altri tipi di Amore sono condizionati, imperfetti, non duraturi, vanno e vengono.

Perché tante coppie si sfasciano dopo qualche anno di fidanzamento o di matrimonio? Perché se all’inizio c’è l’Amore, dopo non c’è più? Se l’Amore è Amore, non dovrebbe durare in qualsiasi “condizione atmosferica”? Quando un giovane si innamora o pensa di essersi innamorato, il primo pensiero che gli balena nella mente è: “Finché dura, mi diverto, starò bene… poi se diventa serio però…” No, il pensiero dovrebbe essere un altro: “Il passo che sto per intraprendere è serio, davanti a me non ho un oggetto che deve soddisfare i miei piaceri, ma una persona. Se inizio qualcosa con questa persona deve essere serio, devo pensare che possa durare…” In due parole, sto parlando di “Amore responsabile”.

Una volta che abbiamo fatto il primo passo e abbiamo scelto la tempesta da seguire, dobbiamo andare fino in fondo.

In America esistono dei tour di dieci giorni che si svolgono nella Tornado Valley. In questi dieci giorni si sceglie la zona da “setacciare” e si inizia a seguire il fronte temporalesco con i mezzi a nostra disposizione (radar, satellite, macchina, pc…). Si percorrono centinaia e centinaia di km al giorno, si può rimanere ad aspettare immobili per ore e ore aspettando che si formi la prima cella temporalesca, si dorme pochissimo e si mangia in luoghi di fortuna: la vita dello Storm Chaser non è una vita facile. Si diventa schiavi della tempesta: in quei dieci giorni non esiste altro che lei, si segue ogni suo movimento, si fanno i salti mortali per inseguirla, anche se lei ci potrebbe deludere. Magari riusciremo a vederla pochissime volte, ma anche fosse una sola, sarà sufficiente a farci scoppiare di gioia.

Fidanzamento e matrimonio non sono vie facili. Bisogna essere degli Storm Chaser, degli “schiavi” d’Amore. Essere tutto per l’altro: sostegno nelle difficoltà, gioia nel dolore, luce nelle tenebre. E se l’altro ci delude? Perdonare e ripartire, certi che basterà una sola gioia per colmare mille delusioni. E ricordiamoci di ringraziare sempre la nostra dolce metà, anche nelle avversità e nelle tempeste. Il vostro “salvagioie” sarà più colmo di felicità quanto più l’avrete ringraziata.

Da cristiano ho imparato che essere “schiavi” di Maria e di Gesù, “schiavi” del loro Amore, è ciò che più conta in questa vita. Lo sbaglio del cattolico estremista è stato quello di riconoscere la figura maschile sopra tutti, mentre lo sbaglio del femminismo estremo è di emulare questa figura. La verità? La verità è che la perfezione e la felicità nell’Amore di coppia si hanno quando entrambi capiamo di essere “schiavi” d’Amore e di questa “schiavitù” facciamo il nostro obiettivo.

Arrivare a una simbiosi di coppia significa esaltare le differenze e non cancellarle. Avete presente la struttura atomica? Nel nucleo abbiamo i protoni (positivi) e all’esterno gli elettroni (negativi). A far rimanere insieme protoni ed elettroni è una forza detta di interazione nucleare forte; nella coppia ciò che mantiene due esseri così diversi uniti è la “schiavitù d’Amore”.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...